Che cosa sono i cavi USB type C e quali vantaggi porteranno

Torna a Blog
cavi usb type c

Che cosa sono i cavi USB type C e quali vantaggi porteranno

In breve, i cavi USB type C sono l’ultimo tipo di connettore sviluppato dal USB Implementer’s Forum (USB-IF). Un gruppo di aziende leader del settore come Apple, Intel e Microsoft che si prefiggono di creare specifiche standard di settore per il collegamento di dispositivi. Nel loro sforzo di consolidare molte diverse funzionalità precedentemente riservate a cavi specifici, in un tipo di connettore standard, i nuovi standard USB-IF e in rapida evoluzione hanno molte persone che si chiedono, che cos’è USB-C?

Una breve storia sull’acronimo USB

Al tempo della formazione di USB-IF alla fine degli anni ’90, il computing moderno stava iniziando a fiorire, ma la tecnologia dell’interfaccia tra macchine e dispositivi periferici era in ritardo. USB-IF è intervenuto per creare un tipo di connettore standard per sostituire le numerose porte seriali o parallele, nonché i tipi di connettori proprietari che erano spuntati su varie macchine.

Nel corso degli anni sono stati rilasciati vari aggiornamenti del protocollo, aumentando la velocità dei dati e le capacità di alimentazione, nonché nuove forme e dimensioni dei connettori. Nel momento in cui i connettori e i cavi USB type C sono stati sviluppati nel 2014, c’erano 11 diversi tipi di connettori USB, ciascuno sviluppato per applicazioni particolari ma sostanzialmente incompatibili fisicamente tra loro. Ad esempio, se è necessario caricare lo smartphone, è probabile che si raggiunga un cavo Micro USB, per collegare la stampante è necessario un cavo USB di tipo B, mentre per caricare le foto dalla fotocamera digitale è necessario un cavo Mini USB. USB-IF ha ricreato il problema che si erano prefissati di risolvere.

Ambizioni dei cavi USB type C

Quindi cos’è USB type C e quali problemi risolve? Innanzitutto, è previsto che renda obsoleti tutti i precedenti connettori USB. Cosa usa USB-C? USB type C è già stato adottato da molti PC, tablet e smartphone, nonché da dispositivi periferici come monitor, unità flash e dischi rigidi. Tutti i segnali indicano che questa tendenza continua in parte grazie al profilo sottile dei connettori USB tipo C che ne consente l’implementazione in dispositivi sempre più sottili e più capaci. In effetti, i cavi USB tupe C hanno il potenziale per diventare uno standard anche al di là del regno dell’elettronica di consumo, in quanto sta iniziando ad essere adottato dall’industria automobilistica per la ricarica e i dati in auto e ha il potenziale per caricare dispositivi domestici come ad esempio i rasoi elettrici .

Se hai mai avuto difficoltà a collegare un cavo USB standard a un caricabatterie da parete al buio, capovolgendolo più volte per trovare l’orientamento corretto, con USB tipo C questo non succede. I connettori dei cavi USB type C sono infatti reversibili, il che significa che è possibile collegarlo in entrambi gli orientamenti. E mentre oggi ci sono cavi USB tipo C da un lato e un altro connettore dall’altro, in futuro possiamo aspettarci che i cavi da USB-C a USB-C diventino più comuni con l’aumentare dell’adozione.

Quali sono i vantaggi di USB-C?

Quindi USB-C è sottile, reversibile e sostituirà tutti i vecchi tipi di connettore, ma cosa può fare USB-C? Un connettore USB-C ha 24 pin rispetto ai 9 pin della precedente generazione di USB 3.0. Questi pin extra consentono una maggiore potenza, dati e video. Mentre le porte USB 3.0 e i loro 9 pin erano limitati a una velocità di trasferimento di 5 Gbps, USB-C può supportare fino a 40 Gbps a seconda del protocollo. Qui è dove entra in gioco la parte confusa.

Mentre USB Type-C si riferisce al tipo di connettore reversibile, le capacità di larghezza di banda si basano sul supporto del protocollo che varia da USB 2.0 a 480 Mbps fino a 40 Gbps con un cavo Thunderbolt 3 o USB4 (anche se i cavi USB4 non lo sono disponibile ancora). Troverai porte USB-C 2.0 su alcuni smartphone e tablet, utili per la ricarica e la sincronizzazione. All’altra estremità dello spettro, troverai le porte Thunderbolt 3 su computer di fascia alta come MacBook Pro.

La maggior parte delle porte USB-C del computer supporta lo standard USB 3.1 Gen 2 (noto anche come USB 3.2 Gen 2×1), che supporta 10 Gbps. Per mettere tutto in prospettiva, è possibile trasferire un intero film HD su USB-C 3.1 Gen 2 (10 Gbps) in circa 30 secondi. Da lì puoi capire quanto lentamente sarebbe un trasferimento simile su USB 2.0 e quanto fulmineo sarebbe su una connessione Thunderbolt 3 / USB 4 40Gbps.

Quindi USB type C è più veloce?

Tutto quel supporto extra di larghezza di banda su USB-C, che sia 10, 20 o 40 Gbps , non è solo buono per il trasferimento di file a velocità incredibili. Un altro dei vantaggi di USB-C è che supporta anche modalità alternative, come protocolli non USB come DisplayPort o Thunderbolt 3. Mentre le precedenti versioni USB potevano supportare solo dati, le modalità alternative consentono di fare cose come l’invio di video tramite USB -Cavi. Non sei limitato a un solo display. A seconda delle capacità della porta USB-C del computer, fino a 3 monitorpotrebbe essere collegato tramite un singolo adattatore USB-C. Dovrai fare attenzione a questo, tuttavia, poiché non tutti i dispositivi USB-C supportano la modalità alternativa DisplayPort. Gli smartphone USB-C raramente lo supportano, la maggior parte dei laptop nuovi lo fanno, ma non necessariamente per display doppi o tripli. Ad esempio, un MacBook Pro può realizzare monitor doppi solo attraverso un adattatore Thunderbolt 3, in quanto non supporta il trasporto multi-stream o MST (ancora un altro protocollo). Fortunatamente, le porte Thunderbolt 3 sono chiaramente contrassegnate dal logo, che sembra un fulmine, quindi saprai quando ne hai uno.

Per approfondire

Per determinare le capacità di una porta USB tipo C non Thunderbolt 3, ti consigliamo di consultare le specifiche tecniche del tuo computer. Se è elencato come supporto “modalità alternativa” USB “C” o “DisplayPort”, tale porta supporta almeno un monitor esterno. Le specifiche dovrebbero anche menzionare quale standard USB supporta in modo da poter determinare la sua velocità massima. I computer che supportano USB 3.1 Gen 2 con modalità alternativa non avranno problemi a guidare almeno un monitor 4K, insieme agli altri dispositivi USB. I produttori di accessori come Cable Matters hanno spesso una linea di adattatori multiporta diversio docking station che utilizzano la larghezza di banda completa di USB-C in diversi modi. Ad esempio, un adattatore può pilotare due monitor 4K 30Hz ma ha solo porte USB 2.0 mentre un altro può supportare un singolo monitor 4K 30Hz e anche porte USB 3.0 e Gigabit Ethernet. Le opportunità sono infinite. La crescente popolarità di USB-C continuerà a semplificarti la ricerca dell’accessorio giusto per le tue esigenze.

Puoi caricare un laptop con USB tipo C?

Sì! Questo è un altro enorme vantaggio di USB-C. In precedenza è stato descritto come l’obiettivo di USB-IF era eliminare le innumerevoli porte e connettori per scopi diversi. Questo vale anche per i cavi di ricarica. In precedenza, solo piccoli dispositivi come cellulari o cuffie potevano essere caricati con cavi USB (probabilmente hai un cassetto pieno di cavi micro USB da ogni dispositivo che possiedi). Questo perché il massimo supportato da un protocollo di ricarica USB era 5V. Sono disponibili numerosi protocolli proprietari non supportati da USB, ma ha creato un panorama di confusione di standard e accessori di ricarica. USB-C Power Delivery espande le specifiche di ricarica ad un accesso di 20 V fino a 5 A o un massimo di 100 W di ricarica. Questo enorme aumento consente a dispositivi di grandi dimensioni come i laptop di essere caricati tramite USB-C. Ad esempio, il MacBook Pro da 15 pollici si carica a 87 W. Per ricaricare oltre i 60 W, devi assicurarti di utilizzare un cavo di alimentazione USB contrassegnato elettronicamente o emarked .

E sono più veloci anche con grandi dispositivi?

Quindi USB-C ti consente di caricare i tuoi dispositivi più grandi come i laptop, ma USB-C si ricarica più velocemente in generale? La risposta di solito è si, ma dipende da come viene implementata. Gli smartphone di fascia alta come iPhone e Google Pixel utilizzano entrambi il supporto USB-PD per tensioni più elevate. Quindi possono caricare molto più velocemente rispetto ai telefoni più vecchi. Il rovescio della medaglia è che dovrai sborsare più soldi per i caricabatterie USB tipo C. D’altra parte, la maggior parte dei cavi USB-C dovrebbe supportare la ricarica fino a 60 W, assicurati solo che siano di un marchio affidabile. Meglio ancora, assicurati che appartengano a un marchio membro USB-IF come Cable Matters .

Anche se non noterai questa ultima funzionalità così prontamente, il più recente standard, Power Delivery 3.0, supporta il protocollo PPS (Programmable Power Supply). La modalità PPS consente essenzialmente di erogare diverse quantità di energia a un dispositivo, anziché solo un flusso costante di energia. La batteria agli ioni di litio nel telefono ti ringrazierà per questo. Poiché questa strategia consente di caricarla a una velocità ottimale, contribuendo nel contempo a prolungare la durata della batteria.

Riepilogo delle caratteristiche USB tipo C

Nel caso in cui non sia ancora stato menzionato abbastanza, è comunque importante tenere presente che tutte queste cose stanno accadendo simultaneamente attraverso una singola porta cavo / computer. Quindi, con la docking station corretta , puoi avere tutti i tuoi monitor extra, dispositivi USB, schede di memoria, dischi rigidi ed Ethernet collegati E caricare il tuo laptop fino a 100 W, parla di un desktop pulito! La parte migliore è che nella maggior parte dei casi funziona. Poiché USB-C ora supporta le modalità alternative, inizierai a vedere docking station più potenti che funzionano senza software o driver aggiuntivi, che possono rallentare il tuo computer.

Data l’estrema larghezza di banda, le capacità di alimentazione e le modalità alternative già disponibili su USB-C, ci si potrebbe chiedere come potrebbe andare meglio. Una delle principali aree di interesse è attualmente sull’aumento della lunghezza che l’USB-C può effettivamente svolgere. Ci sono solo alcuni cavi USB-C attivi sul mercato che consentono funzionalità USB-C complete su un cavo lungo fino a 3 m. USB-IF ha anche annunciato l’ultimo standard, USB4, nell’agosto del 2019. Più su quello che verrà, ma l’essenza è che consentirà il supporto nativo di Thunderbolt 3 e velocità di trasferimento di 40 Gbps. Fortunatamente, l’attuale set di funzionalità USB-C è abbastanza robusto da aiutare a mantenere ben collegati anche gli utenti più esigenti. Infine, abbiamo un connettore veramente universale di cui possiamo godere come standard per gli anni a venire.

Condividi questo post

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Blog