La tua guida per identificare le porte USB sul tuo computer

Torna a Blog
porte usb

La tua guida per identificare le porte USB sul tuo computer

Universal Serial Bus (USB) potrebbe essere l’interfaccia plug-and-play più comune utilizzata nell’informatica moderna, ma non tutti hanno familiarità con l’aspetto di ciascuna porta. Ecco come identificare le porte USB sul tuo computer.

Passaggio 1: sapere che aspetto ha una porta USB

Oggi ci sono due tipi di porte USB incluse nei computer.

  • USB – A –Il primo e più comune tipo è la porta rettangolare standard (comunemente nota come USB-A). Si trovano comunemente in desktop e laptop di dimensioni maggiori.
  • USB Type-C –Un altro tipo è la porta Type-C di forma ovale. A causa delle sue dimensioni ridotte, in genere sono inclusi nei laptop più sottili come i più recenti MacBook e la serie Dell XPS.

A differenza delle porte USB-A, le porte di tipo C sono simmetriche. Questo significa solo che sarai in grado di collegare un cavo o un dispositivo USB di tipo C senza preoccuparti della sua direzione.

Esistono altri standard USB (come MicroUSB) che vengono comunemente utilizzati, ma si trovano più nei dispositivi mobili come smartphone e tablet, non nei computer.

Passaggio 2: conoscere i tipi di porte USB

L’USB ha avuto più iterazioni sin dal suo inizio nel 1995. Le principali differenze tra le varie versioni USB sono la sua velocità di trasferimento e la quantità di energia che possono fornire.

Definizione della velocità di trasferimento: la velocità di trasferimento è la velocità massima in cui il dispositivo USB è in grado di trasferire dati da un’estremità all’altra.

Ecco gli attuali tipi di porte USB attualmente in uso e la loro velocità di trasferimento:

  • 0 (1995): 1,5 Megabit / secondo (Mbps)
  • 1 (1995): 12 Mbps
  • 0 (2000): 480 Mbps
  • 0 (2008): 4.8 Gigabit / secondo (Gbps)
  • 1 (2013): 10 Gbps

Le porte USB 2.0 sono unidirezionali, il che significa che può solo inviare o ricevere dati, ma mai entrambi. USB 3.0 aggiorna questo standard e consente l’invio e la ricezione simultanei.

Un’altra differenza tra le diverse versioni è la quantità di energia che possono offrire. USB 2.0 è in grado di fornire fino a 500 mA di potenza, mentre 3.0 può fornire fino a 900 mA.

Ciò significa che più nuova è la porta, maggiore è l’energia che può portare a un dispositivo collegato. Un dispositivo in cui ciò è rilevante è il disco rigido esterno, poiché una porta 3.0 non richiederebbe più un disco rigido per avere il proprio alimentatore incluso.

Il connettore USB di tipo C , anch’esso basato sullo standard 3.1, può supportare fino a 100 watt di potenza. Ciò consente ai cavi di tipo C di caricare le batterie dei laptop e non solo telefoni e tablet.

I dispositivi di tipo C supportano anche l’ingresso e l’uscita video. Con le porte di tipo C in atto, non è necessario disporre di porte di visualizzazione video dedicate come HDMI e DisplayPort.

Passaggio 3: controllare le etichette sul dispositivo

I produttori a volte etichettano le porte con il tipo di porta USB che sono. Controlla eventuali etichette sulle porte contrassegnate come 1.0, 1.1, 2.0, 3.0 o 3.1.

Il numero di versione specifica la velocità con cui i dispositivi USB possono trasferire file. Una porta USB con solo il simbolo USB etichettato è in genere una porta USB 2.0.

Se la porta USB ha “SS” (o “SuperSpeed”) sulla sua etichetta, è una porta USB 3.0. Se è “SS 10”, è una porta USB 3.1.

Le porte USB con il simbolo del lampo sull’etichetta indicano una porta che è “Sempre attiva”. Ciò significa che è possibile agganciare i dispositivi per caricare il dispositivo anche se il dispositivo principale è spento (purché sia ​​collegato a una fonte inferiore).

Queste porte USB possono anche fornire più energia rispetto ad altre porte, il che consente di caricare i dispositivi più velocemente.

Passaggio 4: Identificare le porte USB sul laptop o sulle specifiche tecniche della scheda madre

Se le porte USB non sono etichettate con che tipo di porte sono, è ancora possibile determinare in quale versione si trovano le porte USB guardando le specifiche del laptop o della scheda madre.

Windows

Per i dispositivi Windows, premere il tasto Windows + “R” per aprire la finestra di dialogo Esegui comando e digitare “msinfo32”. In caso di successo, verrà visualizzata una finestra di dialogo con l’elenco delle informazioni di sistema.

Successivamente, trova il valore in “Modello di sistema” e utilizza un motore di ricerca per cercare un elenco delle specifiche del laptop o della scheda madre. Per i risultati più affidabili, controllare i risultati dal sito Web del produttore.

Alcune parole da cercare includono: USB (incluso il numero di versione), USB Type-C e altri termini simili.

Mac OS

Gli utenti MacOS possono determinare il modello del proprio Mac facendo clic sul logo Apple> “Informazioni su questo Mac”. Viene visualizzata una panoramica del dispositivo, tra cui versione del sistema operativo, nome del modello e numero di serie.

Una volta scoperto quale modello ha il tuo Mac, vai al sito Web di supporto Apple per notebook e desktop per verificare le specifiche tecniche.

Passaggio 5: identificare le porte USB in Gestione dispositivi

Se possiedi un computer Windows e le specifiche USB non sono presenti nei manuali, è tempo di fare qualche ricerca in “Gestione dispositivi”.

Per controllare le porte USB usando Gestione dispositivi:

  1. Premi “Tasto Windows + R” per aprire l’esecuzione “Comando”.
  2. Digitare “devmgmt.msc” e fare clic su OK.
  3. Una volta in “Gestione dispositivi”, fai clic sulla piccola freccia accanto a “Controller Universal Serial Bus”.
  4. Cerca la parola “Enhanced” nella descrizione della porta USB. Se vedi questa parola, la porta USB è 2.0; in caso contrario, la porta è la versione 1.0 o 1.1.
  5. Quindi, cercare le parole “xHCI” o “Extensible Host Controller Interface”. In questo caso, la porta USB è la versione 3.0.

In altri casi, la porta potrebbe anche essere etichettata immediatamente “USB 3.0” o “USB 3.1”. Questo rende più facile sapere che tipo di porta USB è.

Passaggio 6: guarda di che colore è la porta USB

Sebbene ciò non sia più affidabile come una volta soprattutto nei dispositivi più recenti, esiste una convenzione di colore per le diverse versioni delle porte USB.

  • Le porte USB bianche sono USB 1.0 o USB 1.1
  • Le porte USB nere sono USB 2.0
  • Le porte USB blu sono USB 3.0
  • Le porte USB rosse sono in genere USB 3.1
  • Le porte USB gialle indicano una porta che è “Sempre attiva”

Speriamo che questa guida ti aiuti a identificare le porte USB sul tuo computer. Mentre sembrano uguali a prima vista, come hai appena letto in questa guida, non tutte le porte USB sono uguali.

In quale altro modo identifichi le porte USB sul tuo computer? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Condividi questo post

Comment (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Blog